Quando mi ha contattato, circa tre anni fa, Matteo B. giocava regolarmente a Tennis alternando partite con i Soci del Circolo a qualche lezione di perfezionamento col Maestro.

Il suo forte desiderio: migliorare le prestazioni agonistiche attraverso l’ausilio di una buona preparazione atletica.

Abbiamo subito messo a punto un percorso alimentare ad hoc e un allenamento graduale partendo dal miglioramento della capacità di resistenza e mobilità articolare.

Matteo B. aveva già una struttura muscolare piuttosto tonica sia nella parte superiore del corpo, sia a livello di gruppo quadricipite femorale.

Il primo periodo è stato caratterizzato da corsa blanda di 6-8 minuti, variazioni di ritmo sulla breve e media distanza, stretching a terra, esercizi addominali, brevi sedute di pesistica.

In seguito abbiamo aumentato l’intensità della corsa, inserendo comunque corse veloci, corse balzate, corsa sulle scale, brevi tratti intensi in salita.

Quindi siamo passati alla rapidità vera e propria, con movimenti sui 5-10 m. molto intensi che andavano a richiamare i gesti tipici e le situazioni di una partita di Tennis. Skip, corsa calciata, corsa a slalom, percorsi a navetta, corsa ad ostacoli (alti-bassi), alcune ripetute sulla media distanza a grande velocità.

Utilizzando, talvolta, palloni di varie dimensioni e anche l’attrezzo del mestiere, cioè la racchetta da Tennis con le relative palline. Per riproporre la “dimensione gioco” in maniera verosimile.

Le nostre sedute di Allenamento hanno quasi sempre avuto la caratteristica dell’intensità massimale o sub-massimale.

Matteo B. ha creduto decisamente (fin dall’inizio) nel percorso che stava intraprendendo impegnandosi sempre a migliorare. Durante i nostri incontri sul campo abbiamo parlato anche degli atteggiamenti, convinzioni, pregiudizi, comportamenti stereotipati che, a volte, possono condizionare la performance di un giocatore di Tennis o, comunque, di un atleta che pratica uno sport individuale.

Già dai primissimi mesi era possibile notare in Matteo B. una grande e migliorata concentrazione in Allenamento e durante le partite.

Con i primi Tornei Ufficiali della stagione sono arrivate le soddisfazioni di vincere contro avversari in posizione di classifica FIT migliore della sua e acquisire il punteggio federale per passare nella categoria superiore.

Poi il momento top: la meravigliosa vittoria in un Torneo (non federale) e continue prestazioni di eccellenza anche in incontri “amichevoli” nei vari Circoli.

Viene invitato a far parte della Squadra D3 – Circolo Florentia Sporting Club – che disputa un bel Campionato in Toscana, diventando un punto di forza sia nel singolare che nel doppio.

L’elemento interessante (e decisivo) è che Matteo B. ha acquisito una mentalità vincente, lavorando molto sulla sua persona a livello di controllo alimentare, controllo del peso corporeo, eseguendo costantemente (a casa) esercizi di stretching, piegamenti sulle braccia, esercizi addominali.

Si organizza con i tempi per procedere ad un buon riscaldamento prima delle partite ed esercizi di “defaticamento” dopo aver giocato.

Credo sia corretto affermare che abbiamo intrapreso e condiviso un percorso di Formazione a 360° riguardante la consapevolezza delle grandi capacità, la mentalità agonistica e, naturalmente, il miglioramento delle qualità fisico-atletiche.

L’obiettivo di Matteo B. per l’anno sportivo 2016 è acquisire il punteggio federale che può consentire un ulteriore passaggio di categoria. Per raggiungere questo traguardo bisogna ottenere vittorie importanti in partita, nei vari Tornei FIT in programma già adesso (Aprile 2016) e nei prossimi mesi.

Il nostro lavoro sarà orientato su una preparazione psicologica molto attenta e un Allenamento sul campo altrettanto specifico, caratterizzato soprattutto da mobilità articolare e rapidità, con alcune varianti e un intenso lavoro sugli spostamenti.

Fondamentale sarà anche una programmazione propriamente tecnica con il Maestro di Tennis Riccardo Manzini, grazie al quale Matteo B. ha già notevolmente migliorato forza e precisione sui colpi da “fondo-campo” e acquisito una strategia molto redditizia soprattutto quando è al “servizio”.

Andremo, con tutta la nostra forza, a raggiungere l’obiettivo dichiarato!

Stefano Virgili

Personal Coach Firenze